Democrazia globale, una meta sulla quale impegnarsi

di • 21 Giugno 2019

... Per quanto terrificante possa essere il cambiamento, un governo globale efficace, se ben strutturato, potrebbe fornire la soluzione chiave per molti mali dell'umanità ...

Originale su
bahaiteachings.org

Quarta parte della serie:

Articolo precedente:
Rinnovare l’impegno per la democrazia

Mentre la tecnologia ci offre il vantaggio di un’integrazione globale sempre maggiore, i cambiamenti sociali che ne derivano sono sorprendenti, senza precedenti, dirompenti e, a volte, dolorosi.

Nonostante la dose giornaliera di cattive notizie, una visione più accurata rivela enormi progressi, praticamente in ogni attività umana, come la riduzione della povertà, la tecnologia, la salute e l’istruzione.

D’altra parte, le nostre attuali istituzioni nazionali e internazionali non sono mai state progettate per gestire la devastazione ambientale, le migrazioni di massa, l’instabilità politica e una quantità di altri problemi transnazionali. Che sia a causa della guerra, della siccità o del collasso economico, le popolazioni più vulnerabili stanno già sopportando le peggiori conseguenze di questa politica confusa.

Dobbiamo bilanciare i benefici e le difficoltà dell’integrazione economica con un sistema più umano. Il nostro piccolo angolo di paradiso, in ogni caso, non può sopravvivere all’interno dell’inferno che lo circonda. Per raggiungere l’equilibrio di cui il mondo ha bisogno è necessario lavorare insieme, all’interno di una democrazia globale.

Sorprendentemente il populismo e l’isolazionismo possono fornire l’impulso necessario per creare un ordine internazionale più efficace. Vi sono alcune prove del cambiamento imminente. Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ha detto:

Oggi tutte le potenze mondiali stanno ripensando alla loro collocazione nel mondo… Dal Canada all’Australia, dal Sudamerica all’Asia orientale, dall’Unione africana all’ASEAN, c’è un mondo intero che chiede un multilateralismo efficace e partner per costruirlo.

Ma la domanda rimane: di quali cambiamenti abbiamo bisogno, a livello internazionale, per creare un mondo democratico, sostenibile e umano? Come buon punto di riferimento per questa conversazione, il piano visionario proposto dal fondatore della Fede bahá’í, Bahá’u’lláh, ha ispirato milioni di persone. Eccone un riassunto condensato in una frase scritta da Shoghi Effendi, il Custode della Fede bahá’í:

L’unità della razza umana, così com’è stata prevista da Bahá’u’lláh, implica la creazione di una Confederazione mondiale entro la quale tutte le nazioni, le razze, i credi e le classi siano uniti intimamente e permanentemente e nel quale l’autonomia degli stati confederati e la libertà personale e l’iniziativa degli individui che li compongono siano definitivamente e completamente garantite. (Shoghi EffendiL’ordine mondiale di Bahá’u’lláh 173)

Il piano bahá’í per il governo e l’unità globali comprende un corpo legislativo mondiale, democraticamente eletto, composto da rappresentanti, i migliori e i più brillanti di ogni nazione, esperti nel diritto internazionale e nelle relazioni intergovernative e consapevoli dei bisogni più pressanti del pianeta e della sua popolazione. Soprattutto, si basa su solide fondamenta di principi condivisi dalla maggioranza dell’umanità, come l’equità e il rispetto, piuttosto che il potere e la gloria di un numero ristretto di individui e di nazioni.

Altrettanto degno di considerazione è il realismo pratico della proposta bahá’í. La sua struttura è progettata per contenere in sicurezza le forze, mai troppo distanti, della tirannia. Un organo esecutivo mondiale, sostenuto da una forza armata internazionale, con il compito di mettere in pratica le decisioni dell’organo legislativo e di applicare le sue leggi. Un organo giudiziario, cioè un tribunale mondiale, è il mezzo proposto per i ricorsi e le sentenze “… per tutte le dispute che possano sorgere fra i vari elementi costituenti tale sistema universale”. (Shoghi EffendiL’ordine mondiale di Bahá’u’lláh 173).

Non c’è dubbio che i leader mondiali riconoscano la necessità di stabilizzare l’attuale ordine internazionale. Per quanto terrificante possa essere il cambiamento, un governo globale efficace, se ben strutturato, potrebbe fornire la soluzione chiave per molti mali dell’umanità. Shoghi Effendi a questo proposito scrive:

Le immense energie, siano esse economiche o politiche che si sono sperperate e sprecate nelle guerre, saranno consacrate a scopi utili quali: l’incremento delle invenzioni e degli sviluppi tecnici; l’aumento della produttività dell’uomo; l’eliminazione delle malattie; l’ampliamento delle ricerche scientifiche; il miglioramento delle condizioni generali della salute; l’aguzzamento e l’affinamento della mente umana; lo sfruttamento delle risorse del pianeta in disuso o ignorate; il prolungamento della vita umana e la promozione di qualsiasi altro mezzo o ente possa stimolare la vita intellettuale, morale e spirituale dell’intera razza umana. (Shoghi EffendiL’ordine mondiale di Bahá’u’lláh 174)

Se questo articolo vi è piaciuto potete ricevere tempestivamente informazioni sui prossimi con i seguenti link: la nostra Newsletter, like sulla nostra pa­gi­na Facebook, follow su Twitter.

Se ritenete che queste considerazioni possano essere un contributo utile alla riflessione di altre persone condividete l’articolo sui social network usando i pulsanti che trovate qui in fondo.

Queste sono opinioni puramente personali e non rappresentano l’opinione della comunità bahá’í o di qualunque sua istituzione. Gli scritti bahá’í invitano ogni singolo ad una libera ed indipendente ricerca:

O FIGLIO DELLO SPIRITO!
Ai Miei occhi la più diletta di tutte le cose è la Giustizia; non allontanartene se desideri Me, e non trascurarla acciocché Io possa aver fiducia in te. Con il suo aiuto ti sarà possibile discernere coi tuoi occhi e non con gli occhi degli altri, e apprendere per cognizione tua e non con quella del tuo vicino. Pondera ciò nel tuo cuore, come t’incombe d’essere. In verità la Giustizia è il Mio dono per te e l’emblema del Mio tenero amore. Tienila adunque innanzi agli occhi.
(Bahá’u’lláhParole Celate, Arabo, n.2)

Print Friendly, PDF & Email