Il piano bahá’í per la pace

Il piano bahá’í per la pace

di • 28 Dicembre 2018

... compiano il massimo sforzo per realizzare un nuovo mondo unito dove gli orrori della guerra non siano altro che un ricordo ...

Originale su
bahaiteachings.org

Diciassettesima parte della serie: 

Articolo precedente:
Costruire un mondo libero dalla guerra

L’articolo successivo
di questa serie uscirà
l’11 gennaio 2019

La Fede bahá’í offre all’umanità un piano non solo per mettere fine alla guerra ma per instaurare una pace globale duratura.

Non è questo, in effetti, che una religione dovrebbe fare?

Lo scopo centrale delle religioni divine è l’instaurazione della pace e dell’unità fra gli uomini. La loro realtà è una sola, perciò, il loro risultato è uno e universale, tanto attraverso le ordinanze essenziali di Dio, quanto attraverso quelle materiali. Esiste una sola luce del sole materiale, un solo oceano, una sola pioggia, una sola atmosfera. Analogamente, nel mondo spirituale esiste una sola realtà divina, che costituisce il centro e la base altruistica della pace e della riconciliazione fra le varie nazioni e i diversi popoli contendenti. (‘Abdu’l-Bahá, La promulgazione della pace universale 108)

Gli insegnamenti bahá’í dicono che conflitto, dissenso e guerra distruggono le fondamenta delle nazioni e dell’umanità. I bahá’í sostengono la pace ma non solo in senso generale: gli insegnamenti bahá’í contengono un piano di pace specifico e dettagliato che suggerisce azioni concrete e realizzabili sia a livello individuale che a livello sociale. Bahá’u’lláh ha insegnato che i principali elementi necessari per una vita pacifica e armoniosa sono:

  • Non violenza e amore
  • L’indagine indipendente della realtà – ogni persona deve mettere da parte le superstizioni, le tradizioni e la cieca imitazione di ogni forma ancestrale di religione
  • Il coraggio personale di parlare contro la guerra e l’ingiustizia
  • L’eliminazione dei pregiudizi di ogni tipo
  • L’impegno personale per l’unità fondamentale di tutti i popoli della terra
  • Il riconoscimento che la fede deve essere conforme alla scienza e alla ragione
  • La preghiera e la meditazione quotidiana
  • L’impegno per un percorso spirituale e di partecipazione a una comunità spirituale
  • Una coscienza della cittadinanza mondiale
  • L’accettazione della responsabilità personale di essere un membro produttivo della società esercitando un commercio, un mestiere o una professione utili
  • Un servizio caritatevole agli altri esseri umani
  • Gentilezza e attenzione verso tutti

Gli insegnamenti bahá’í dicono anche con precisione quali siano le responsabilità dei governi e delle nazioni:

Bahá’u’lláh assicura che la pace universale è una conquista fondamentale della religione di Dio, che la pace prevarrà fra le nazioni, i governi e i popoli, fra le religioni, le razze e in tutte le condizioni umane. Questa è una delle caratteristiche speciali della Parola di Dio rivelata in questa Manifestazione. (‘Abdu’l-Bahá, La promulgazione della pace universale 498)

Per far prevalere la pace Bahá’u’lláh ha ordinato nuovi principi e leggi spirituali a beneficio dell’umanità:

  • Uguaglianza tra uomini e donne
  • Eliminazione degli estremi di ricchezza e povertà
  • Scelta di una lingua secondaria universale adottata e parlata da tutti
  • Istituzione di un corpo governativo mondiale che abbia il potere di prevenire e fermare il conflitto e la tirannia
  • Istituzione di un tribunale mondiale
  • Istruzione obbligatoria universale
  • Disarmo universale delle nazioni del mondo.

Il piano di pace bahá’í richiede anche che ognuno unisca le proprie forze ad un gruppo mondiale di persone con idee simili, siano esse bahá’í o no, che compiano il massimo sforzo per realizzare un nuovo mondo unito dove gli orrori della guerra non siano altro che un ricordo:

Dio vuole che gli uomini stabiliscano una giusta uguaglianza, che non trasgrediscano le leggi, che si aiutino l’un l’altro e che vivano amorevolmente insieme. Fate quello che Dio chiede, siate causa di unità e di pace: cancellate gli orrori della guerra e dell’odio!

Siate capaci di ogni bene, desiderosi di lavorare per la causa dell’unità e della pace sacrificando tutto per questo. Siate ansiosi di soffrire per questo. Dimenticate voi stessi, dimenticate ogni pericolo, ogni male e ogni disagio. Non temete di soffrire nella grande causa dell’unità e della pace. Annullatevi nell’amore a tal segno da dimenticare tutto tranne il bene comune. (‘Abdu’l-Bahá, Star of the West, Volume 2, p. 5.)

Se questo articolo vi è piaciuto potete ricevere tempestivamente informazioni sui prossimi con i seguenti link: la nostra Newsletter, like sulla nostra pa­gi­na Facebook, follow su Twitter.

Se ritenete che queste considerazioni possano essere un contributo utile alla riflessione di altre persone condividete l’articolo sui social network usando i pulsanti che trovate qui in fondo.

Queste sono opinioni puramente personali e non rappresentano l’opinione della comunità bahá’í o di qualunque sua istituzione. Gli scritti bahá’í invitano ogni singolo ad una libera ed indipendente ricerca:

O FIGLIO DELLO SPIRITO!
Ai Miei occhi la più diletta di tutte le cose è la Giustizia; non allontanartene se desideri Me, e non trascurarla acciocché Io possa aver fiducia in te. Con il suo aiuto ti sarà possibile discernere coi tuoi occhi e non con gli occhi degli altri, e apprendere per cognizione tua e non con quella del tuo vicino. Pondera ciò nel tuo cuore, come t’incombe d’essere. In verità la Giustizia è il Mio dono per te e l’emblema del Mio tenero amore. Tienila adunque innanzi agli occhi.
(Bahá’u’lláhParole Celate, Arabo, n.2)

Print Friendly, PDF & Email
2018-12-29T15:58:43+00:0028 Dicembre 2018|Categorie: Società|Tags: , , , |

Ricevi aggiornamenti per email

Scrivici

Archivi