Ethics Expo 2015: un approccio globale per una società più equa

Il tema dell’unità è un concetto cardine che coinvolge ogni abitante del pianeta e che ha visto coinvolto in prima linea l’ONU nel corso dei suoi 70 anni di operato nel tentativo, a volte complesso, di dirimere i conflitti fra le nazioni e portare elementi di sostenibilità nelle vite degli abitanti della terra.

di Iscander Tinto

Ethics Expo 2015: un approccio globale per una società più equa

Nel mese di settembre si è svolto un interessante evento a Mantova dal titolo Ethics Expo 2015 per il 70° anniversario dell’ONU.  Dal sito di Ethics Expo è possibile leggere: “In un periodo storico in cui si avverte la necessità di avere una visione positiva e concreta del proprio presente e futuro, Ethics Expo è una iniziativa che si pone lo scopo di ravvivare una riflessione sull’etica delle azioni personali e collettive che riguarda ogni aspetto e dimensione della vita. È solo il comportamento personale e condiviso a poter cambiare e migliorare il futuro di tutti e a garantire quello del mondo che ci ospita”.

I temi trattati sono stati i seguenti:

  • Dallo sviluppo sostenibile alla sostenibilità emozionale
  • La rivoluzione dell’autenticità
  • Alla ricerca di valori che uniscono e contribuiscono a costruire civiltà

Il primo seminario condotto da Enrico Tezza già dirigente di ILO (International Labor Organization), ente che si occupa di sviluppo sostenibile, e consulente per le Nazioni Unite, e Gioconda Rilievo, presidente UNESCO di Vicenza, ha offerto ai partecipanti alcuni concetti stimolanti sui quali riflettere. Partendo dal concetto dello sviluppo sostenibile gli autori hanno evidenziato quanto sia importante riuscire a sviluppare una sostenibilità emozionale come sancito anche dalla Dichiarazione Universale del diritto alla sostenibilità emozionale. Un primo passo per equilibrare gli aspetti materiali, psichici e spirituali dell’uomo.

Il secondo seminario condotto da Enrico Giraudi, consulente senior nell’ambito dello sviluppo etico in importanti enti e gruppi aziendali, ha guidato i partecipanti all’importante riflessione che l’azienda prima di progettare il suo brand deve trovare la sua identità e autenticità senza partire dal target, per offrire al proprio target quei valori che può scoprire dentro se stessa.

L’ultimo seminario condotto da Iscander Tinto ha presentato il tema dei valori che contribuiscono a creare e sviluppare civiltà, attraverso l’individuazione di comportamenti e azioni che abbassano la soglia conflittuale per orientare le persone verso la consultazione e la partecipazione universale al progetto di cambiamento.

Splendida la cornice nella quale sono stati ospitati seminari e gli incontri, con una buona partecipazione delle persone.

Attraverso workshop interattivi è stato possibile coinvolgere i partecipanti che hanno potuto esprimere le loro idee, sentimenti, preoccupazioni e aneliti per un mondo migliore nel quale i valori e la partecipazione universale siano dei principi cardine.

Quanto vissuto a Mantova ricorda le parole di Bahá’u’lláh:

È doveroso che l’uomo si attenga strettamente a ciò che favorisca la fratellanza, la gentilezza e l’unità. (Bahá’u’lláh, Tavole)

Il tema dell’unità è un concetto cardine che coinvolge ogni abitante del pianeta e che ha visto coinvolto in prima linea l’ONU nel corso dei suoi 70 anni di operato nel tentativo, a volte complesso, di dirimere i conflitti fra le nazioni e portare elementi di sostenibilità nelle vite degli abitanti della terra.

Sarà fondamentale che venga offerta a tutte le persone la possibilità di partecipare a…

…una vasta assemblea di tutti gli uomini. (Bahá’u’lláhTavole)

nella quale discutere su quali possono essere i valori

…per instaurare ordine nel mondo e… per promuovere unità e fratellanza tra i suoi popoli. (Bahá’u’lláhTavole)

In occasione di questo evento è stato possibile scorgere alcuni bagliori di nuove opportunità per un’umanità travagliata.
Queste sono opinioni puramente personali e non rappresentano l’opinione della comunità bahá’í o di qualunque sua istituzione. Gli scritti baha’i invitano ogni singolo ad una libera ed indipendente ricerca:

O FIGLIO DELLO SPIRITO!
Ai Miei occhi la più diletta di tutte le cose è la Giustizia; non allontanartene se desideri Me, e non trascurarla acciocché Io possa aver fiducia in te. Con il suo aiuto ti sarà possibile discernere coi tuoi occhi e non con gli occhi degli altri, e apprendere per cognizione tua e non con quella del tuo vicino. Pondera ciò nel tuo cuore, come t’incombe d’essere. In verità la Giustizia è il Mio dono per te e l’emblema del Mio tenero amore. Tienila adunque innanzi agli occhi. (Bahá’u’lláhParole Celate, Arabo, n.2)

Print Friendly, PDF & Email
2018-05-29T07:16:07+00:0020 ottobre 2015|Categorie: Notizie|Tags: , , , , , |

Scrivi un commento

Ricevi aggiornamenti per email

Scrivici

Archivi