Siete tutti foglie di un unico albero e gocce di uno stesso oceano. - Bahá’u’lláh

Tutte le popolazioni hanno la capacità di offrire un significativo contributo

Nazioni Unite, 12 febbraio 2017, (BWNS) — Per le agenzie per gli aiuti umanitari è fondamentale vedere le popolazioni con cui lavorano come protagoniste del proprio avanzamento. Questo messaggio fa parte del discorso di apertura pronunciato da un rappresentante della Bahá’í International Community (BIC) in un recente convegno sullo sviluppo sociale presso le Nazioni Unite.

2017-02-13T23:45:36+00:00 lunedì 13 febbraio 2017|Categories: Notizie|Tags: , , , |0 Commenti

La Bahá’í International Community guarda con speranza al futuro dell’Africa

ADDIS ABEBA, 7 ottobre 2016, (BWNS) — L’Africa può offrire un grande contributo al futuro della civiltà del mondo, spiega il professor Techeste Ahderom, rappresentante dell’Ufficio regionale della Baha’i International Community (BIC) in Africa.

La Bahá’í International Community si appella al Presidente Rouhani per porre fine alla sistematica oppressione economica

New York, 6 settembre 2016, (BWNS) – La Baha’i International Community si è appellata al Presidente dell’Iran, dottor Hassan Rouhani, affinché ponga fine alla grave oppressione economica imposta ai baha’i di quel Paese.

Altre voci dai paesi islamici chiedono all’Iran di smettere di perseguitare i bahá’í

Dodici avvocati del Bangladesh si aggiungono ad un crescente numero di capi religiosi, studiosi e attivisti dei diritti umani musulmani di tutto il mondo che hanno deciso di parlare pubblicamente contro la recente persecuzione sistematica dei baha’i da parte dell'Iran.

2016-10-30T02:09:45+00:00 lunedì 18 luglio 2016|Categories: Notizie|Tags: , , , , , |0 Commenti

La reazione all’incontro con una bahá’í espone la verità

NEW YORK, 19 maggio 2016, (BWNS) — Una tempesta di furiose denunce, in reazione a un semplice incontro tra due amiche in una casa privata, ha drammaticamente esposto la doppiezza delle autorità iraniane le quali hanno ripetutamente affermato che il loro trattamento dei bahá’í non è motivato da pregiudizi religiosi.